Buon giorno del 22 novembre

Il Giorno della Musica

Raccontano quelli che hanno buona memoria che, in altri tempi, il sole era il padrone il padrone della musica finché il vento gliela rubò.

Da allora, per consolare il sole, gli uccelli gli offrono concerti all’inizio del giorno.

Ma i cantori alati non possono competere con i ruggitie gli strepiti dei motori che governano le grandi città. Ormai si sente poco o niente il canto degli uccelli. Invano si rompono il petto volendo farsi sentire, e lo sforzo per suonare sempre più acuti rovina i loro trilli. E le femmine non riconoscono più i loro maschi. Loro le chiamano, tenori virtuosi, baritoni irresistibili, ma nel putiferio urbano non si distingue chi è chi e loro finiscono per accettare il riparo di ali aliene.

(da “i figli dei giorni” di Eduardo Galeano – Ed. Sperling&Kupfer)

Diario del 21 novembre

21 novembre, partenza da Bagno sotto la pioggia. Ma indomiti, i compagni di cammino non si fermano! E' l'antico percorso che da sempre i pellegrini calpestavano fino al passo Serra (1149 metri), e si conserva una bellissima pavimentazione.

21 novembre, partenza da Bagno sotto la pioggia. Ma indomiti, i compagni di cammino non si fermano! E’ l’antico percorso che da sempre i pellegrini calpestavano fino al passo Serra (1149 metri), e si conserva una bellissima pavimentazione.

 

Nella salita al passo Serra, dopo il bivacco del Nasseto,  si passano bellissimi affioramenti di arenaria. Salendo incontriamo la neve, e comincia a tirare un forte vento. Ci accompagna un bel gruppo di appassionati romagnoli, amici della Via di Stade. Grazie a loro possiamo apprezzare questi bei luoghi.

Nella salita al passo Serra, dopo il bivacco del Nasseto, si passano bellissimi affioramenti di arenaria. Salendo incontriamo la neve, e comincia a tirare un forte vento. Ci accompagna un bel gruppo di appassionati romagnoli, amici della Via di Stade. Grazie a loro possiamo apprezzare questi bei luoghi.

 

Silvana e Walter si sono uniti a noi per 4 giorni, anche loro fedeli compagni di cammino! Arriviamo sul passo Serra, e di là è bufera!!

Silvana e Walter si sono uniti a noi per 4 giorni, anche loro fedeli compagni di cammino! Arriviamo sul passo Serra, e di là è bufera!!

Lista della spesa

Abbiamo chiesto ai monaci di Vallombrosa di farci la spesa per domenica:

Pasta corta 2,5 kg
Polpa di pomodoro 3 kg
Cipolle 1 kg
Carote 1,5 kg
Sedano 1 pezzo
Parmigiano Reggiano 1 kg
Finocchi 4 kg
Dolce fine cena per 15 persone a vostra scelta, preferibilmente tipico e artigianale
5 l di vino
Pane casereccio 4 kg
3 barattoli di marmellata varia
Miele 1/2 kg
Burro 1/2 kg
3 litri latte intero fresco
Caffè te e zucchero
18 mele
30 uova fresche biologiche

C’è sole e pioggia dentro di me…

21 novembre 2013, CorrezzoP1050211

Qualche riflessione in cammino. Oggi era il terzo giorno, che è il giorno
del cambiamento e della crisi. Di solito in un cammino i primi tre giorni
sono per depurarsi, buttar fuori, liberarsi da scorie e tossine. Poi si
cambia, si diventa camminatori puri. Spesso questo cambiamento e portato da
un momento di crisi, può essere psicologica o fisica.
Oggi quindi era il giorno della possibile crisi.

Stamattina mi sono svegliato voglioso di camminare, c’è la sfida del passo
Serra, ma la sorpresa: diluvia. Massimo e alcuni di noi decidono di portare
gli asini con il trailer, per non rischiare. E infatti è bufera. Pioggia in
basso, neve in alto, poi dopo il passo neve ventata, cioè bufera appunto.
Ma non ho visto crisi. Ne in me ne in altri.

Da un paio di giorni mi frullano in testa alcune parole di una canzone che
amo “c’è sole e luna dentro di me, c’è acqua e c’è fuoco…”.
E mi sento felice, anche se i pensieri si alternano, brutti e belli, di
fondo c’è la consapevolezza che dentro di me c’è la natura, la pace e la
speranza. E che la mia vita è dedicata a uno scopo importante: aiutare mio
figlio a crescere. Il cammino mi aiuta a non fare errori, non smetterò mai di ringraziare il cammino per questo.

Ringrazio anche personalmente Rodolfo Valentini e la gang della via di
Stade per i tre giorni, sono stati con noi e si sono presi cura di noi.
Luca Gianotti

novembre: 2013
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930