23 novembre 2016. Si parte!

Il primo giorno di Compagni di Cammino inizia oggi con partenza da Santa Margherita Ligure.
Salutiamo Angelo e Gina, che all’istituto Colombo ci hanno fatto sentire come a casa, e già alla stazione di Santa Margherita è una festa: facce nuove, ma anche tanti camminatori che hanno conosciuto la Compagnia in questi anni e ne hanno condiviso alcuni cammini. Arriviamo a Chiavari dopo un breve tratto in treno e, prima di imboccare il sentiero, ci riuniamo nel consueto cerchio pre-cammino. Visti così siamo davvero tantissimi, circa 60, e nei prossimi giorni aumenteremo ancora. In cerchio leggiamo alcune riflessioni sul camminare e, come sempre dice la guida Mauro Agliata, “Oggi è il 23 novembre 2016 e non ci sarà un altro 23 novembre 2016”.

Saliamo nel bosco e raggiungiamo il passo dell’Anchetta.
Da qui dominiamo il golfo del Tigullio: in basso Zoagli, di fronte la punta di Portofino, la chiesa di San Giorgio e poi, a salire, il profilo del promontorio. Questo è il posto giusto per contemplare il magnifico panorama e pranzare.
Proseguiamo nei boschi di castagno, da cui si aprono magnifici squarci sull’entroterra ligure e sul mare. Ora il sentiero è più dolce, arriviamo al santuario della Madonna di Montallegro e anche qui il panorama è magico. Ma già comincia la discesa su una bellissima mulattiera del XVII sec. che ci porta direttamente al centro di Rapallo.

Abbiamo percorso ben 13 chilometri, con un dislivello di 700 metri. Siamo sfiniti dalla strada, ma abbiamo iniziato a conoscere i nostri compagni di cammino, a “percepire” la strada, nella sua fatica ma anche nel suo potere terapeutico.

Arriviamo a Rapallo giusto in tempo per il nostro incontro pubblico che ha per tema «Educare alla Natura»:  apre il programma la cantautrice Ori, un’amante del camminare, specialmente nella modalità lenta. Nei suoi viaggi con la chitarra in spalla è sempre pronta a cogliere i momenti più suggestivi per farsi ispirare dall’aura dei luoghi che attraversa e per creare musica. Qui ci canta la Natura e con le sue note apre e chiude le belle parole e i magnifici interventi di Vittoria Brioschi, Antonio Portanova, Davide Capone, Tiziana e Federico e il nostro poeta Massimo Montanari.

Alberto Liberati

novembre: 2016
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930