24 novembre. Anche sotto la pioggia, si va!

Trasformare in parole questa giornata è cosa ardua: una giornata colma di emozioni, azioni, colori, odori.
Allerta gialla, arancione, rossa ad indicare il meteo in Liguria. Colori, cielo con mille sfumature, dal rosso dell’alba che forza le nuvole basse dello scirocco al nero intenso che arriva dall’Ovest. Piove e sotto l’acqua del cielo il gruppo in cerchio si prepara al cammino. Da Rapallo a Santa Margherita Ligure, visto il meteo, si è deciso di abbreviare il percorso: Claudio Solimano (guida del Parco di Portofino) ha condotto il gruppo sul vecchio itinerario delle torri costiere che, ai tempi dei Saraceni, servivano ad avvertire le popolazioni di questi luoghi.
Intorno colori dell’autunno e noi con i nostri. Sessanta variopinti camminatori, ognuno con la sua cerata colorata, ognuno con i copri zaino arcobaleno.
La carovana della varietà, della diversità che sotto la pioggia ha trovato anche il modo di comunicare. Ognuno di un luogo diverso della nostra Italia è riuscito a vivere con gioia questa giornata nata con l’allerta meteo.
Nel pomeriggio tutti ci siamo ritrovati nell’Ostello Colombo, occasione per le guide di presentarsi e presentare i loro programmi.
Alle 17.30, ospiti della sede del Parco di Portofino, abbiamo partecipato all’incontro dedicato al tema: “Terra Terra. Terra che resiste, Terra che vien giù”.
Sono intervenuti con grande passione e forza il direttore del Parco di Portofino Alberto Girani, Fabrizio Bottari del consorzio Quarantina che sta lavorando al progetto di un’agricoltura sostenibile, Massimiliano Rossi dell’UPM, Un Punto Macrobiotico, e terminando, Margherita Ermirio di Tu Quoque associazione che si occupa del ripristino del territorio delle Cinque Terre attraverso la ricostituzione dei muretti a secco con formazione attraverso campi nazionali e internazionali.
La serata è stata ingentilita dalla chitarra e dalla voce di Ori che ci ha proposto brani di rara suggestione.
Sono le 22.24 e nella mensa dell’ostello Colombo si muovono corpi danzanti al ritmo dei tamburi Sahrawi, Casertani e Modenesi.
Veramente una giornata strepitosa!
Buona notte e un pensiero di vicinanza e solidarietà a chi ora sta soffrendo i gravi effetti delle odierne esondazioni.

Peppe D’Amore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

novembre: 2016
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: