25 novembre. Ma cos’è il cammino?

Terzo giorno di cammino lungo la costa ligure con tappa tra Santa Margherita Ligure e Camogli. Attraversiamo per intero la riserva naturale di Portofino da est ad ovest, ne ammiriamo le bellezze paesaggistiche e l’affascinante storia naturale, ma abbiamo in testa una domanda di tutt’altro genere: siamo riusciti finalmente ad entrare nella dimensione del cammino o siamo ancora nella dimensione del percorso? È il tema che al centro all’incontro pomeridiano a Camogli, al termine del cammino, con Luca Gianotti, Luigi Nacci e il fondatore di Radio Francigena Alberto Pugnetti. Un percorso è un semplice spostamento tra due punti geografici in cui l’obiettivo principale è il raggiungimento della meta. Se vogliamo andare a Camogli, farlo a piedi è solo un’alternativa all’auto, al treno o a qualcos’altro. Dentro la dimensione del cammino, invece, raggiungere Camogli perde importanza e si punta l’attenzione sul cammino in sé. Il nostro interesse è il cammino e vorremmo che non finisse troppo presto, perché camminare diventa solo uno strumento del cammino.
Ma cosa è il cammino? Ai tanti compagni arrivati qui per Compagni di Cammino oggi offriamo questo spunto di riflessione fin dal raduno mattutino alla partenza. Luigi Nacci legge un suo inedito in cui descrive una condizione iniziale che può far da molla all’intraprendere un cammino. Siamo in una stanza buia e non abbiamo nessuna voglia di uscire anche se fuori ci sono colori e luci. Belle cartoline colorate così perfette da aver paura di entrare nella nostra stanza. Loro non entrano, noi non usciamo. Non usciamo perché non è di una vacanza che abbiamo bisogno, ma di di un pieno, non di un vuoto, non ci metteremmo nulla altrimenti a raggiungere un luogo qualsiasi in cui svuotare la mente. Non abbiamo bisogno di distrazioni dal pensiero. Quando le icone dello svago e del vuoto non ci servono e non ci attraggono più, è il momento in cui può essere utile prendere uno zaino, mettere dentro due o tre cose, e iniziare a camminare. In questo caso, il nostro spostamento sarà orizzontale, un percorso geografico, qualunque esso sia, ma soprattutto sarà anche un cammino con una componente verticale: un tema, una domanda, una ricerca, il pensiero. L’esigenza di contenuti profondi, il pieno piuttosto che il vuoto muove le nostre gambe. Il 2016 sta per finire ed stato dichiarato l’anno dei cammini, intesi, almeno all’inizio, come “spirituali” nell’accezione religiosa del termine. Ma i cammini non sono solo religiosi, ne esistono anche di laici e il dibattito su cosa sia o non sia un “cammino” è tutt’altro che concluso. Su alcuni elementi, però, sembra si possa convergere: il cammino deve avere un tema profondo. Che siano cammini di pellegrini, di viandanti, di pastori o di briganti, un cammino è tale se ha una memoria da tramandare, un messaggio leggibile, un contenuto univoco. Il nostro camminare è laico, non siamo una setta, non promettiamo e non cerchiamo paradisi, stiamo nel qui e ora, guidiamo e ci facciamo guidare, siamo “compagni di cammino” in cui il termine “compagno” ritorna al bel senso della condivisione del pane. Nel cammino cerchiamo, individualmente, un esercizio di approfondimento della nostra vita e non siamo pellegrini. I pellegrini del passato, di qualunque religione fossero, erano caratterizzati dalla fragilità, dalla dipendenza dalla bontà delle persone incontrate e oggi non è più così. A somigliare di più ai pellegrini di ieri sono i migranti clandestini di oggi. I migranti hanno preso poche loro cose e sono partiti, loro si, per un lungo cammino.

Giuseppe Ippolito

10-giuseppe-partenza-da-s-margherita-ligure

09


21

27

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

novembre: 2016
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: